Spazio pubblicitario

Stinco di maiale alla stout al barbecue

Lo stinco di maiale alla Stout è un piatto decisamente laborioso ma che vi restituirà un sapore ed una carne morbida senza eguali

Lo stinco di maiale è un piatto tipico della Germania e può essere fatto in maniera eccezionale anche al barbecue. La ricetta è decisamente laboriosa, soprattutto per via dei tempi di marinatura alla birra e con questo tipo di cottura. Da notare però, che non sarà possibile farlo su tutti i tipi di bbq.

Servirà per forza un modello con coperchio ovvero il kettel. Il gioco vale però la candela perché, trattando la carne in questo modo, verrà tenerissima e con un sapore veramente inconfondibile.

Leggi qui come fare una fiorentina perfetta.

Ingredienti stinco di maiale alla stout

  • 3 stinchi di maiale da 1 kg ciascuno
  • 750 ml di birra Stout
  • 1 cucchiaio di miele
  • 2 cucchiai di senape
  • Succo di 1 limone
  • 2 cucchiai di rosmarino fresco tritato
  • 1 cipolla secca, tritata
  • 4 spicchi d’aglio secco, tritati
  • Pepe nero macinato, a piacere
  • Olio extravergine di oliva (EVO)

Procedimento

In una ciotola bella capiente versate la birra Stout ed unite poi il miele, la senape, il succo di limone, il rosmarino tritato, la cipolla secca, l’aglio tritato, e il pepe nero. Aggiungete 2-3 cucchiai di olio EVO e mescolate bene in modo che tutti gli ingredienti di amalgamino alla perfezione.

Praticate delle incisioni superficiali sulla superficie degli stinchi ed eliminate eventuale grasso in accesso. Mettete gli stinchi in una borsa per alimenti (sacchetti sotto vuoto sarebbero l’ideale) e versate la marinatura sopra di essi.

Chiudete i sacchetti e riponete in frigo minimo 4 ore. L’ideale sarebbe comunque, farli stare tutta una notte.

stinco-di maiale-stout-purea
Stinco di maiale su letto di purè. Ph by Pexels

Accendente il barbecue distribuendo bene le braci su tutta la superficie.

Togliete gli stinchi dalla marinatura ma non buttatela. Trasferitela in un pentolino e scaldatela fino a farla arrivare ad ebollizione. E’ bene infatti non usarla mai senza averla prima sterilizzata. Fatela poi raffreddate, questa andrà usata poi per spennellare durante la cottura.

Cottura stinco di maiale alla stout

Posizionate ora gli stinchi sul barbecue e chiudete il coperchio, mantenendo però le prese d’aria aperte. La temperatura dovrebbe assestarsi sui 170 gradi. Cuocete per circa 1 ora senza mai aprire il coperchio.

pulizia-griglia-barbecue
Prima di iniziare pulite sempre bene la griglia a caldo. Ph credit by grigliamo.it

Passato il tempo, ogni 15 minuti, spennellate gli stinchi con la marinatura e richiudete il coperchio del barbecue ogni volta. Continuate a cuocere fino a quando la temperatura interna della carne raggiungerà circa 75 gradi e la carne risulterà tenera. Il tempo di cottura totale dovrebbe essere compreso tra 2 e 3 ore a seconda della dimensione degli stinchi. Ricordate di monitorare attentamente la temperatura.

Come servire lo stinco alla stout

Servite gli stinchi di maiale con salsa barbecue e patate al forno come contorno. Se volete potete anche decidere di affumicarli inserendo dei legnetti di legno di melo. Per un perfetto piatto teutonico però vi consigliamo i crauti ma ci rendiamo conto che non a tutti potrebbero piacere.

La birra consigliata per questo piatto, nemmeno a dirlo, è una stout bella corposa. Se preferite un buon vino invece l’opzione ideale è un Primitivo di Manduria o un Cannonau di Sardegna.

Daniele Ferruccio Toscana
Daniele Ferruccio Toscana
Classe 1979 ho alle spalle studi di conservazione del patrimonio artistico con cui ho fatto ben poco nella vita. Ho avuto successivamente un'esperienza decennale come ristoratore in un pub a Roma di mia proprietà. Ho imparato che, per mangiare e far mangiar bene, bisogna partire da prodotti qualitativamente ottimi, senza i quali nemmeno con una magia è possibile tirare fuori un buon piatto. Soprattutto per la carne ed il pesce questa diventa una regola aurea. Grigliamo.it nasce da una crasi delle mie due passioni, cucinare e scrivere.

Leggi anche...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Seguici sui social

- Spazio pubblicitario -spot_img

Articoli recenti